Messaggio

Sono passati, ormai, 125 anni da quel 26 aprile 1866, quando il papa Pio IX affidò al vostro Istituto la diffusione del culto alla Vergine del Perpetuo Soccorso. Da allora non

avete cessato di custodire con amore questa icona bizantina, giunta dall’Oriente e iventata un punto di riferimento per i fedeli che vengono a pregare in questo tempio.

Come scrivevo nella mia Lettera apostolica Duodecimum saeculum (1987), “il credente di oggi, come quello di ieri, deve essere aiutato nella preghiera e nella vita spirituale con la visione di opere che cercano di esprimere il mistero senza per nulla occultarlo”(Giovanni Paolo II, Duodecimum saeculum, 11) L’icona richiama il mistero della divina maternità e mentre invita alla fiducia, esalta il ruolo che la Vergine riveste nella vita di ogni credente. Maria è madre di speranza e di bontà; madre di misericordia e di grazia. “Volendo Dio redimere il genere umano, – osserva sant’Alfonso Maria de’ Liguori, ispirandosi a san Bernardo – ha posto tutto il valore della redenzione in mano di Maria, perché Ella lo dispensi a sua voglia” (Sant’Alfonso M. de’ Liguori, Opere ascetiche, Roma 1936, vol. VI, p.109).

In questa icona Maria ci dispensa questo valore col lieto annunzio che la Nuova Alleanza si è in Lei pienamente realizzata e per mezzo di Lei è offerta a tutti gli uomini. Gesù le stringe la mano destra, quasi a comunicarLe le primizie della redenzione e a testimoniare il modo straordinario della cooperazione della Madre del Signore alla salvezza dell’umanità. Gli occhi della Vergine guardano verso il popolo ed irradiano su di esso il dono della grazia divina (Giovanni Paolo II)

.

Devozione alla Madonna del Perpetuo Soccorso.

Secondo la tradizione nell’affidare l’Icona ai Redentoristi  (1866),  Papa  Pio  IX  espresse  il  desiderio  che  la  facesseroconoscere  in  tutto  il mondo.  Da  allora  la  devozione  alla  Madonna  del  Perpetuo  Soccorso  si  è  diffusa  nel  mondo  ed  è divenuta universale. Migliaia di copie del quadro sono state diffuse in tutti i paesi del mondo. Alla diffusione  della  devozione  ha contribuito  notevolmente  la  Novena  Perpetua,  nata  nel  1927  a St. Louis  (U.S.A.).  Tale  Novena  è  conosciuta  con  il  nome  perpetua  perché  viene  celebrata  in  un giorno fisso (di solito il mercoledì) di tutte le settimane dell’anno. Durante la recita della Novena i  fedeli  presentano  alla  Madonna  non  solo  le  loro  preghiere  tradizionali – Supplica  Romana,  ma anche  le  loro  lettere  con  suppliche  e  ringraziamenti,  accompagnati  dalle  invocazioni  della comunità  e  da  una  meditazione  sulla  vita  spirituale.  La  festa  della  Madonna del  Perpetuo Soccorso si celebra il 27 giugno.