L’assemblea latino americana e caraibica sull’icona della Madonna del Perpetuo Soccorso

????????????????????????????????????

confratelli dell’incontro

I Missionari Redentoristi di tutto il mondo sono impegnati con gioia in una celebrazione della durata di tre anni (2015-2017), che segna un evento di centocinquant’anni.

Nel 1866, Papa Pio IX consegnò solennemente l’Icona della Madonna del Perpetuo Soccorso alla famiglia religiosa, conosciuta anche come Congregazione del SS. Redentore. Nei paesi latini, la preparazione e l’animazione delle attività collegate alla celebrazione del Giubileo sono a buon punto

Di conseguenza, i Confratelli redentoristi del Sud America e delle aree Caraibiche si sono incontrate nella città di Curitiba, nello stato di Paraná, Brasile, tra il 18 ed il 21 di agosto. Lo scopo di questo incontro era di rafforzare ed espandere questa devozione tra il Popolo di Dio nella regione. Curitiba è stata scelta per questa assemblea perché vi è un ben noto santuario popolare dedicato alla Madonna del Perpetuo Soccorso. Questo luogo sacro di preghiera riceve circa 40 mila devoti ogni mercoledì quando 17 novene sono previste per tutta la giornata.

I 41 Redentoristi partecipanti incluso il Superiore Generale della Congregazione, Padre Michael Brehl; il Vicario Generale, Padre Enrique Lopez; il Coordinatore della Conferenza dell’America Latina e dei Caraibi, Padre Manuel Rodriguez; il Provinciale di San Paolo ed il Presidente dell’Unione redentorista del Brasile (URB), Padre Rogerio Gomes; e il Provinciale di Campo Grande, Padre Henrique Lima, che ha accolta calorosamente tutti i confratelli.

I Missionari hanno concluso il loro congresso, rafforzati e più sicuri del loro obiettivo generale riguardo all’Icona della Madonna del Perpetuo Soccorso. I Redentoristi risponderanno con rinnovato rigore per il nostro tempo all’incarico di Papa Pio IX di 150 anni fa, di “farla conoscere a tutto il mondo”. Questo sforzo sarà parte integrante della vita apostolica redentorista. Attraverso questa amata icona, proclameranno a tutti gli uomini e a tute le donne, in particolare a coloro che sono ai margine della società tradizionale la Buona Novella di Cristo Redentore.

In modo particolare, i Redentoristi intendo mettere in pratica il piano di azione delineato durante l’incontro a Curitiba, con l’accento su come condurre le Novene, i ritiri e le missioni parrocchiali:

I Missionari si adoperanno per:

Tenere sempre la centralità di Gesù nelle celebrazioni devozionali in onore di Nostra Madre, ma sempre evidenziando la sua importanza nella storia della salvezza;

Rinnovare una profonda spiritualità e la teologia della redenzione con enfasi alla misericordia, alla speranza e alla gioia, sottolineando sempre il messaggio dell’Icona;

Evangelizzare partendo da una devozione personale e da una convinzione profonda, in modo che il redentorista diventi un discepolo-missionario;

Dare un’evangelizzazione continua nei tre anni avvenire, dopo la commemorazione dei 150 anni, sulla base dell’evento giubilare;

Approfondire la teologia e la spiritualità dell’Icona in modo da animare la Missione redentorista di evangelizzazione in tutte le regioni dell’America Latina;

Rafforzare ed espandere la dimensione sociale dell’Icona in modo la devozione dia il via all’agire cristiano.

L’assemblea è stata molto apprezzata dai missionari redentoristi che vi hanno preso parte. Il Superiore Generale, Padre Brehl, ha ringraziato la Provincia di Campo Grande e l’Unione Redentorista del Brasile l (URB) per la loro accoglienza e per i loro sforzi nel pianificare con successo questo incontro. Oltre ad aver3e contribuito alle celebrazioni del Giubileo, ha affermato che l’incontro incoraggerà tutti a rafforzare la diffusione di questa devozione.

In conclusione, i partecipanti sono rimasti rafforzati nella devozione e nel profondo messaggio spirituale che emana la Sacra Icona.

Reply